22 marzo 2015 “ IL CHICCO DI GRANO CHE RENDE FECONDA LA NUOVA VITA “ ( Giovanni cap. 12, 20-33 )

Alcuni Stranieri chiedono agli Apostoli : “ Vogliamo vedere Gesù “.

Gesù si spiega dicendo : “ Se il chicco di grano caduto in terra , non muore rimane solo ; se invece muore produce molto frutto .

Non è il morire che dà gloria a Dio, ma una vita ricca di gesti d’amore.

Quando l’amore di Gesù che sgorga dalla croce farà trasudare la mia anima con lacrime di gioia e di pentimento, potrò Dire di essere cristiano per attrazione .

Il nostro desiderio di fare del bene, sostenuto dalla fedeltà all’impegno preso e vissuto con gioia, produce nell’animo delle persone che incontriamo lo stesso fenomeno di rinascita che si moltiplicherà in tanti chicchi di grano.

Hanno vissuto l’esperienza del seme i generosi Volontari:

Antonio senior, Gianfranco, Pina, Beatrice, Antonio, Luciano, Tommy, Franco, Andrea Verrastro, Filomena, Andrea Ronco,  (da Savonera : Sandro e Valeria ) , Costanza, Agron, Pllum, 3 Volontari di una Parrocchia, ( dalla Villa S: Giuseppe : Demetrio, Laura ), Mattia Rosaria, Etleva e mamma , Carla, Pasquale con la moglie Maria Grazia, Gentian, Roberto, Piero, e i Fedelissimi Vito violinista e Irene.

 

TOCCHI  DI CRONACA

Terminato il servizio al Centro Andrea, i Volontari liberi sono venuti al Centro La Salle dove si respira aria di famiglia, condividendo  insieme il pranzo con la ricchezza dell’arte culinaria, grazie alla abilità delle nostre Preziose Collaboratrici di sempre.

La riflessione con testo disponibile, ha riproposto le domande pertinenti alla Festa più grande dei Cristiani di tutte le denominazioni  : “ LA PASQUA “.

La  revisione dei SERVIZI suddivisi in 3 blocchi: colazione, con vari servizi di toilette, pranzo con tutti gli Ospiti  e corso di lingua italiana al giovedì hanno assorbito tutto il tempo. L’attenzione  è stata generale grazie alla partecipazione al dialogo penso totale. Nuove proposte di collaborazione hanno interessato l’incontro.

DOMENICA, GIORNO DELLE PALME CONTINUEREMO LA TRADIZIONE DELLA BENEDIZIONE ALL’APERTO SEGUITA DALLA BREVE PROCESSIONE .

Il giorni della settimana santa ci diano consolazione e speranza in una globale Risurrezione ..

Con affetto       fr.  egidio

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *